Seleziona una pagina
Rendered by Oscar Vignone

Concorso d’idee – Rotterdam Call

Descrizione Progetto

Rotterdam è una delle città più importati dell’Olanda e dell’intera Unione Europea e per la sua posizione strategica viene nominata “Porta d’Europa”. Città moderna, aperta, in continua evoluzione e sede di innumerevoli capolavori di architettura contemporanea.
L’area di intervento è situata all’incrocio tra un asse principale, ossia il Binnenrotte, importante viale alberato ciclopedonale, che ospita numerosi edifici di notevole pregio architettonico, tra cui il Markthal e un asse secondario.

Il progetto si presenta come un edificio “a gradonate”, con ampie terrazze ad uso comune da parte dei residenti dello stabile. Per giungere all’attuale forma si è immaginato un grande volume composto da tanti “mattoncini” di dimensioni standard (5 x 6,5 x 4), risistemati in modo da ottenere un alto piano terra ed una sorta di scalinata che dall’alto scende verso il Binnenrotte, in modo da creare un gioco prospettico di profondità e di continuità (vedere prima immagine).

L’idea progettuale pone come uno dei suoi cardini compositivi il dialogo con lo stimolante contesto circostante. Infatti, il nuovo edificio non interrompe il Binnenrotte, ossia l’imponente viale, ma ne rispetta l’assialità diventandone di fatto una sua componente. Ciò è reso possibile grazie allo “svuotamento” di tutto il piano terra, trasformandolo di fatto in una grande piazza coperta.
Naturalmente l’intero progetto risente del tessuto circostante, sia nella scelta dei materiali utilizzati, sia nell’impostazione nei canoni compositivi. Difatti le pareti dell’intera struttura, come gran parte degli edifici vicini, sono rivestite in mattoncini di tonalità marrone; mentre i prospetti si rifanno nei piani superiori all’edilizia locale, con grandi aperture quadrangolari, mentre i piani sottostanti, in particolare il pian terreno, presentano ampie aperture vetrate ad arco, in richiamo al Markthal.

L’altra matrice compositiva, non meno importante, è ovviamente quella del “verde”, il quale è fondamentale non solo per gli aspetti estetici, ma anche per quelli energetici e, soprattutto sociali. Infatti, le ampie terrazze dell’edificio sono immaginate come piccole radure boschive, nelle quali gli inquilini dello stabile possono estraniarsi dal caos cittadino e rilassarsi, ma anche trascorrere del tempo insieme. L’intero edificio, anche nel rispetto di alcuni stabili vicini, è ricoperto da un fitto manto di edera, che ne smussa la forma, infondendo un piacevole comfort visivo al visitatore.

Internamente il progetto è composto da sei piani, più uno dal quale vi si accede dalla strada sita sul lato est dell’edificio. Al piano interrato sono collocati i parcheggi riservati agli inquilini delle residenze e ai gestori delle attività di ristorazione e i locali tecnici a servizio della struttura; il piano terra, pensato come un grande piazza coperta e quindi come luogo d’incontro, presenta chioschetti per lo Street Food, spazi adibiti alla ristorazione ed, inoltre, è presente una sorta di piano soppalcato riservato esclusivamente ad “area lounge”, dove è possibile rilassarsi e ordinare qualcosa al bar. Nei restanti piani sono collocate le residenze, per un totale di quaranta appartamenti. Alcuni appartamenti hanno l’accesso ai “terrazzi verdi”, mentre tutti gli inquilini possono accedere al tetto-giardino.

 

Team Leader
Arch. Oscar Vignone
Componenti Team
Arch. Lucia Conte
Data
Aprile 2020
Luogo
Rotterdam
Lavoro
Progettazione architettonica
Modellazione BIM
Render fotorealistici
Impaginazione

Modello

Render fotorealistici